“Ecco come riqualificare l’Ostello della Gioventù”, la proposta dell’Associazione “Porto Palo”

“Ecco come riqualificare l’Ostello della Gioventù”, la proposta dell’Associazione “Porto Palo”

L’Associazione “Porto Palo”, presieduta da Silvio Callaci, lancia una sua proposta con l’intenzione di voler recuperare l’Ostello della Gioventù di Porto Palo di Menfi.

L’Associazione intende dare a questa struttura una nuova destinazione d’uso facendola diventare pertanto sede della Guardia medica turistica in località balneare ma anche luogo ideale dove poter installare lo sportello bancomat.

L’Associazione ha praticamente “trovato una casa” all’idea iniziale del Consigliere Comunale Ignazio Mistretta il quale, attraverso due mozioni firmate anche da altri consiglieri di diversi gruppi politici, proponeva quanto predetto senza però indicarne espressamente la location.

L’edificio è costato quasi 418 mila euro, ma dal 2007 ad oggi non è stato nemmeno inaugurato. L’ostello della gioventù di Porto Palo di Menfi è purtroppo l’ennesimo caso siciliano dove lo sviluppo turistico fatica a decollare.

La struttura ricettiva -i cui cantieri hanno chiuso i battenti all’inizio del 2006 e che è stata finanziata a metà del 2003 dall’assessorato regionale ai Lavori Pubblici con un cospicuo cofinanziamento anche del Comune di Menfi- ha 43 posti letto, tutti dislocati al primo piano. L’immobile sorge in un contesto strategico non indifferente. Esso, infatti, si trova ad una cinquantina di metri dall’imponente “Torre Saracena” (XVI sec) ed a pochi passi dal mare insignito dalla ventesima ‘Bandiera Blu’ della Fee (Fondazione europea per l’ambiente).

Di seguito la proposta completa avanzata dall’Associazione “Porto Palo” presieduta da Silvio Callaci.




Scrivi un commento da Facebook

Lascia un Commento