È in arrivo “Delirium And Madness”, il nuovo album di Tregor Russo

È in arrivo “Delirium And Madness”, il nuovo album di Tregor Russo

Il menfitano Tregor Russo, insegnante accademico di musica, canto e storia della musica, nonchè artista internazionale, compositore, arrangiatore, orchestratore, poeta e polistrumentista, con 20 anni di carriera artistica all’attivo alle spalle, ha di recente firmato un contratto discografico con una delle etichette più importanti in Europa.

La sua nuova Opera Magna del m°Tregor Russo, che rappresenta il suo sesto album in carriera e secondo per quanto riguarda il suo progetto solista DIONISYAN, uscirà infatti entro fine aprile in tutto il mondo.

“Ho rielaborato e rivisitato -dichiara Tregor Russo- la polifonia contrappuntistica poliritmica della musica barocca, sia quella italiana che tedesca, modernizzandola ed attuandola con il mio stile compositivo, riadattandola in tutta la mia innovativa musica in chiave metal, che ho composto, arrangiato, orchestrato ed ho scritto i testi per il concept per il secondo album della mia band DIONISYAN. Presso l’Ultrasuoni Studio di Palermo, ho registrato ed eseguito, per la realizzazione dell’Opera Magna, i seguenti strumenti: chitarre elettriche 7- corde, chitarra classica, basso a 5-corde, batteria, clavicembalo e organo.”

Tregor Russo, come ospite speciale d’eccezione, ha invitato la sorprendente cantante d’opera ed ora giornalista norvegese SARAH EICK, ove ha cantato in lingua norvegese, in una delle canzoni che faranno parte del secondo album dei suoi DIONISYAN. “Sarah Eick ha cantato e registrato le sue belle voci nell’album demo 1997” To Mourn is a Virtue “della gothic doom metal band norvegese FUNERAL” -aggiunge Russo.

Come progetti artistici imminenti dell’artista e m° Tregor Russo si prevedono concerti ed esibizioni a promozione della sua nova Opera musicale e sul finire della prossima primavera sarà l’artefice e direttore artistico del primo festival delle tradizioni etniche, che avranno come location in quel di Menfi presso il museo storico, dove farà rivivere le tradizioni musicali, balli ed etnico gastronomiche dell’antica Sicilia.




Scrivi un commento da Facebook

Lascia un Commento