Congresso Uila-Uil, eletto il nuovo direttivo agrigentino

Congresso Uila-Uil, eletto il nuovo direttivo agrigentino

Sì è svolto ieri il VI° congresso territoriale della Uila-Uil di Agrigento la categoria che riguarda i lavoratori dell’agroalimentare.

Il congresso seguitissimo di delegati, iscritti e invitati si è svolto a Cammarata e ha confermato alla carica di segretario generale della Uila-Uil per i prossimi quattro anni Gero Acquisto.

Il Consiglio Territoriale ha eletto inoltre la Segreteria Territoriale di categoria che è risultata così composta:

  • Segretario Territoriale: Acquisto Calogero
  • Segretario Organizzativo: Plicato Giuseppe
  • Segretario: Libasci Paolo
  • Segretario: Favata Rosa Maria
  • Tesoriere (esterno alla segreteria): Rosario D’Angelo.

E ha eletto l’esecutivo territoriale UILA che risulta così composto:

  • Acquisto Calogero
  • D’Angelo Rosario
  • Favata Rosa Maria
  • Plicato Giuseppe
  • Bennici Filippo
  • D’Urso Vincenzo
  • Zaccone Daniela
  • Miceli Giovanni

Nel direttivo entrano a farne parte anche i menfitani Giovanni Viola e Salvatore Montalbano (responsabile zonale del patronato ital Uil).

Tema del Congresso: “L’impegno della Uila per migliorare il sistema Agro-Forestale ambientale isolano”.

Hanno partecipato e relazionato il segretario regionale Uila Sicilia Nino Marino e il segretario nazionale Uila-Uil Gabriele De Gasperis evidenziando l’aspetto fondamentale per l’economia siciliana il comparto agroalimentare. Erano presenti ed hanno contribuito con un interessante intervento Claudio Barone Segretario Generale Uil Sicilia e Luisella Lionti.

 

Per info: STUDIO CAMPO di Nino Campo.
 

“Un congresso e una riconferma – dice il riconfermato segretario provinciale Uila-Uil Gero Acquistoche per me sono ancora da maggiore sprone per la Uila-Uil e tutto il gruppo dirigente.

La nostra categoria si è contraddistinta sempre per un impegno sul territorio e degli iscritti di tutto questo mondo che abbraccia, il mondo agroalimentare, i lavoratori della forestale, dell’Esa che ha bisogno attenzioni e impegno sindacale costante.

L’agricoltura in Sicilia ha subìto in questi quattro anni, una stagione di grande crisi anche per delle scelte politiche che da Bruxelles a cascata hanno difeso poco la tutela e la valorizzazione del prodotto autoctono siciliano. Ad ogni modo questo mondo aspetta che si apra una stagione nuova dai fondi del Psr che oggi marcia con notevole ritardo e che si possa finalmente garantire una politica agraria comunitaria che guarda alle specificità dei nostri produttori, che devono concorrere con la slealtà dei paesi emergenti che con manodopera a basso costo e prodotti non certificati hanno invaso i nostri mercati, drogando l’economia e i prezzi al dettaglio.

Per questo il sindacato deve lottare per il mantenimento dei livelli occupazionali in un settore che può dare tanto al nostro Pil e alla creazione di posti di lavoro.

Come riteniamo che il sistema della forestale e dei lavoratori che ne fanno parte necessita una riforma seria che finalmente abbia a cuore la tutela e la sicurezza dei boschi e delle nostre città ma che apporti una riforma per mettere la parola fine al precariato isolano, che ancora oggi sono sempre e solo merce di scambio di annunci da campagna elettorale e poi vengono sistematicamente lasciati al proprio destino, senza trovare le soluzioni che le organizzazioni sindacali da tanti anni nei tavoli di trattativa hanno lanciato ai governi regionali.

La Uila-Uilconclude Gero Acquistoha innanzi quattro anni di duro lavoro e di impegno sul territorio rimanendo sempre al fianco dei lavoratori per le tutele dei diritti e delle loro condizioni di lavoro che sono sempre alla base della nostra attività sindacale.”

Paolo Libasci, Salvatore Montalbano e Giovanni Viola inoltre saranno i delegati invitati a partecipare al Congresso Regionale che si terrà nell’aprile prossimo.




Scrivi un commento da Facebook

Lascia un Commento