Menfi, replica della minoranza al M5S: “Quali le reali incompatibilità dell’assessore li petri?”

Menfi, replica della minoranza al M5S: “Quali le reali incompatibilità dell’assessore li petri?”

Non si fa attendere la replica dell’opposizione consiliare di Menfi alla nota stampa, divulgata sui social, del MoVimento Cinquestelle di Menfi.

Finalmente si palesa l’accordo sorto in campagna elettorale tra il Movimento 5 Stelle di Menfi e l’attuale Amministrazione Comunale e trova la sua apicale espressione in un triste comunicato che evidenzia la pura conversione dei pentastellati alla dottrina del trasformismo politico.

L’attuale minoranza, che ha dimostrato di svolgere con equilibrio ed iniziativa la propria attività politica, producendo atti consiliari di indirizzo e di controllo, nell’interesse esclusivo della collettività, diventa unico bersaglio politico da coloro i quali si palesano nuovi paladini del Sindaco e della Giunta, attraverso un processo di mistificazione della realtà che è destinato a fallire di fronte all’inconfutabile evidenza dei fatti e tramite la lettura degli atti amministrativi.

Precisiamo che alcuni temi sviluppati dai pentastellati, a) l’aumento delle indennità, b) il baratto amministrativo, c) gli incarichi e gli affidamenti, saranno ampiamente trattati in Consiglio Comunale e, dunque, i relativi chiarimenti alla città saranno forniti nel corso del dibattito consiliare.

Invece, in ordine all’incompatibilità dell’Assessore Li Petri, siamo lieti di ottenere, finalmente, tramite i nuovi portavoce dell’Amministrazione, la tanto attesa opinione ufficiale del Sindaco.

Affermano, infatti, i 5 Stelle che il Presidente del Collegio Revisori dei Conti seppur fisicamente sempre presente nello studio del Dott. Li Petri, esercita la professione con partita IVA propria, vanificando formalmente alcuna presunzione di colpevolezza di conflitto di interesse tra controllore e controllato.

Ricordiamo al riguardo che lo stesso Presidente del Collegio Revisore dei Conti, invece, ha ritenuto correttamente di superare tale duplice ruolo, non partecipando ad alcuna riunione del Collegio, come i pentastellati potrebbero rilevare dalla lettura dei verbali.

Successivamente, quasi folgorati sulla via di Damasco, pongono l’ipotetica reale questione di incompatibilità dell’Assessore Li Petri, ma, stranamente, piuttosto che rivolgersi al diretto interessato o al Sindaco, continuano ad attaccare il nostro gruppo di minoranza per non avere sollevato tale reale incompatibilità.

Invero affermano i 5 stelle, nel loro comunicato, che sussistono:vere relazioni professionali tra l’Assessore Li Petri ed alcune aziende che ricevono incarichi dal Comune di Menfi di cui l’Assessore è consulente e che in alcuni casi hanno addirittura dei contenziosi con il Comune, che renderebbero veramente incompatibile il Dott. Li Petri con la figura di Assessore, come ampiamente argomentato e regolamentato dal TUEL (Testo Unico degli Enti Locali)”

Orbene, tenuto conto che noi siamo abituati ad argomentare su atti pubblici e non su illazioni e atteso che, dalla lettura degli atti, non siamo a conoscenza della incompatibilità rilevata dai 5 Stelle, in quanto non siamo tenuti a sapere chi sono i clienti dello Studio Li Petri e soprattutto non conosciamo le relazioni professionali tra lo stesso Assessore Li Petri e le aziende (quali?) che ricevono incarichi dal Comune di Menfi, restiamo in attesa che i pentastellati facciano chiarezza alla città e rendano pubblica l’eventuale reale incompatibilità dagli stessi individuata, stante che sembrano molto informati sull’attività professionale dello Studio Li Petri.

Noi, da parte nostra, sull’argomento, assicuriamo e ci riserviamo, dopo tali comunicazioni e la consueta lettura di atti e norme, di intraprendere ogni iniziativa di competenza dei Consiglieri Comunali nella nostra funzione di indirizzo e controllo.

In conclusione, nell’auspicare nel futuro prossimo un confronto qualificato sui problemi che riguardano la nostra città, invitiamo le forze politiche che operano al di fuori delle istituzioni ad avviare un dialogo costruttivo e i nuovi alleati della maggioranza a documentarsi in maniera appropriata per evitare brutte figure, partendo dalla basilare lettura e comprensione degli atti amministrativi.

Concordiamo con i 5 Stelle che “La politica è una cosa seria” ma solamente se fatta da persone serie che rappresentano la realtà dei fatti.

 

 

Per info: STUDIO CAMPO di Nino Campo.
 

I Consiglieri Comunali del Gruppo Idea Menfi

Ferraro Ignazio
La Placa Santo
Clemente Vito
Alcuri Andrea
Sanzone Rosa L. M




Scrivi un commento da Facebook

Lascia un Commento