Bosco del Magaggiaro devastato da un incendio: caccia al piromane

  • Home
  • News
  • Bosco del Magaggiaro devastato da un incendio: caccia al piromane

Circa 100 ettari di macchia mediterranea sono stati distrutti da un incendio scoppiato ieri pomeriggio a Menfi dall’incendio divampato all’interno del bosco del Magaggiaro, polmone verde situato a 7 chilometri dal centro abitato.

 
 

Il bosco del “Magaggiaro”, area boschiva posta sotto la tutela del Corpo Forestale, ricade nei territori dei comuni di Menfi, Montevago e Santa Margherita di Belice. Al suo interno sono presenti imponenti esemplari di quercia, con sottobosco popolato di fauna tipica. Esso occupa una superficie di circa 850 ettari ed è composto principalmente da esemplari di quercia. Per quanto riguarda la fauna, protetta dal divieto di caccia, vi si trovano il coniglio selvatico, la lepre, la volpe e qualche esemplare di cinghiale. Il bosco è dotato di un’area attrezzata estesa per circa 6 ettari con tavoli, panche, servizi igienico/sanitari, fontanelle di acqua potabile, mini parco giochi e campo da bocce.

Le operazioni di spegnimento delle fiamme, che hanno visto all’opera due Canadair e diverse squadre di vigili del fuoco e del Corpo forestale, si sono rivelate particolarmente complesse, e sono durate per tutta la notte. Due agenti forestali sono stati condotti in ospedale per intossicazione da fumo. Nella zona hanno lavorato anche carabinieri e personale della protezione civile di Sambuca di Sicilia. Sono in corso iniziative di messa in sicurezza della zona. La densa nuvola di fumo che si è levata dal luogo dell’incendio è stata visibile dalle aree limitrofe a diversi chilometri di distanza.

Per Lillo Giarraputo, funzionario della Regione Siciliana, si tratta di un “danno devastante”. “La zona interessata purtroppo non è la prima volta che viene colpita, crediamo che ad agire sia sempre lo stesso piromane”. Poi Giarraputo invita a non colpevolizzare i forestali: “Smettiamola con questa storia, nessuno di loro può avere interesse a danneggiare il loro stesso lavoro”. 

La procura della Repubblica di Sciacca ha aperto un’inchiesta per risalire ai responsabili dell’incendio. “Un gravissimo danno ambientale”, ha commentato la sindaca di Menfi, Marilena Mauceri.

“Il nostro territorio ancora una volta viene gravemente danneggiato da criminali senza scrupoli. L’incendio di vaste dimensioni che ha distrutto diversi ettari di macchia Mediterranea del bosco del Magaggiaro è una ferita per tutto il territorio. Nel ringraziare i vigili del fuoco e gli agenti del corpo Forestale che hanno fatto di tutto per contenere i danni, lancio un appello ai cittadini: se vedete piromani in azione informate subito le forze dell’ordine. Come Comune di Montevago stiamo valutando l’ipotesi di dare una taglia a chi segnala i piromani, con foto o video, in modo da poterli identificare e punirli come prevede la legge”. Lo afferma il sindaco di Montevago, Margherita La Rocca Ruvolo, esprimendo indignazione per il maxi incendio che ha distrutto una grande area del bosco del Magaggiaro, polmone verde di inestimabile bellezza dotato anche di un’ampia area attrezzata che rappresenta una importante attrazione turistica per tutto il territorio Belicino.




Scrivi un commento da Facebook

Lascia un Commento