Il Consigliere Ignazio Mistretta interviene sul “Divieto di transito ai ciclisti lungo la pista ciclabile”

Il Consigliere Ignazio Mistretta interviene sul “Divieto di transito ai ciclisti lungo la pista ciclabile”

Il Consigliere comunale Ignazio Mistretta interviene sul “Divieto di transito ai ciclisti lungo la pista ciclabile di Menfi”.

Pochi giorni fa ho appreso dell’ordinanza Polizia Locale n. 104/2015 “Divieto di transito ai ciclisti lungo la pista ciclabile per lavori di manutenzione”. oggetto dell’ordinanza è tutta la Pista ciclabile. Condivido la scelta del caposettore. Chi percorre la pista ciclabile ne conosce le condizioni “pezzi di staccionata, protettiva completamente assenti o cotti dal sole, specialmente nei tratti più delicati, alcune crepe lungo l’asfalto”.

Continuare a consentirne il transito in una situazione tale …. non credo facesse stare tranquilli.

 

Per info: STUDIO CAMPO di Nino Campo.
 

Tuttavia non comprendo come mai si sia giunti a tanto. Omettendo di apprestare anche la minima manutenzione il risultato non poteva che essere questo. Se ci si prefigge, come ci si è prefisso, di veicolare e promuovere un territorio, scegliendo di puntare anche sul byke turist (vedasi progetti per la nuova pista ciclabile oppure go green) non ci si può dimenticare della pista ciclabile, anch’essa è una fonte attrattiva da sfruttare e da tutelare. E’ grazie a essa che i predetti progetti stanno prendendo piede.

Qualora il mancato intervento sia dovuto a carenza di somme mi sento di proporre, una piccola variante al progetto go green (afferente il settore del ciclo turismo), al fine di avere quelle disponibilità necessarie per risistemare la pista ciclabile.

Con l’auspicio che quanto prima la pista possa essere fruibile.

Ignazio Mistretta




Scrivi un commento da Facebook

2 commenti su "Il Consigliere Ignazio Mistretta interviene sul “Divieto di transito ai ciclisti lungo la pista ciclabile”"

  • antimo scrive

    Non si può commentare e basta una cosa del genere,invece bisognerebbe farla commentare agli autori amministrativi che sono riusciti a ridurre la pista ciclabile in queste condizioni.Ma da noi è malcostume di uso comune accedere ai finanziamenti europei,fottersi un bel pò di soldi e con quelli rimanenti dare a vedere di fare qualcosa tipo la pista ciclabile.Bisognerebbe solo vergognarsi per come si amministra la cosa pubblica. Non hanno ancora capito che la gente si è stancata.

  • Giuseppe scrive

    Purtroppo è da quando fu deciso di trasformare questo tratto in pista ciclabile che dico che sono solo soldi buttati al vento, che è un opera fatta solo per sperperare nostri soldi promettendo chissà quale ritorno economico. La stessa cosa lo si sta facendo con l’ulteriore (inutile) prolungamento di questa pista ciclabile. La cosa sensata da fare era quello di lavorare sul ripristino a scopo turistico di questa linea, collegare Selinunte con Sciacca avrebbe portato un grande flusso di turisti anche a Menfi. In teoria, la pista si può togliere per rimettere i binari, ma l’amministrazione sembra solo orientata alle piste ciclabili (costruite poi tutte fuori il paese…mah…).

Lascia un Commento